Print Friendly, PDF & Email
Ebook_EuropeActive_ThinkActive

Durante la pandemia COVID-19, il rischio che potenzialmente si corre allenandosi all’interno dei club (che forniscono tutte misure igieniche e di distanziamento) è molto più basso rispetto all’impatto negativo sulla salute di una persona che non pratica attività fisica poiché l’impatto dell’inattività fisica per una società, come quella europea, sempre più in sovrappeso e anziana, è negativamente correlato alla capacità immunitaria.

In un recente documento di revisione, il professor Nieman ha evidenziato che il mondo sta vivendo un importante cambiamento demografico verso una popolazione più anziana e più obesa, due condizioni che compromettono fortemente la capacità di difesa virale.

Infatti, entro il 2050, la popolazione mondiale di età pari o superiore a 60 anni dovrebbe raggiungere i 2 miliardi, un significativo aumento rispetto ai 900 milioni del 2015.
Le stime globali (OMS, 2020) suggeriscono inoltre, che più di 1,9 miliardi di adulti sono attualmente in sovrappeso e di questi oltre 650 milioni sono obesi.
Se dovessero continuare questi trend di crescita, quasi il 60% di tutti gli adulti nel mondo sarà in sovrappeso e obeso entro il 2030.

Tutte le proiezioni indicano che la popolazione mondiale sarà più anziana, più obesa e quindi sempre più immunodeficiente nei prossimi decenni (Nieman, 2020).

“è possibile che questo cambiamento aumenti le probabilità che le pandemie di malattie infettive generate da nuovi patogeni continuino ad infliggere morbilità e mortalità diffuse” (Nieman, 2020)

Questo nuovo e-book pubblicato da EuropeActive rappresenta uno strumento critico di prevenzione e recupero per combattere una seconda ondata di COVID-19.

ANIF, ha tradotto in italiano il testo per renderlo fruibile a tutti gli operatori e creare una consapevolezza costruttiva del grande valore rappresentato dai centri sportivi come alleati della salute.