Articoli

Entra in ANIF e CSI: moltiplichi i vantaggi e aumenti la convenienza

Il Presidente

Caro Collega,

l’abrogazione della Riforma dello Sport Dilettantistico (contenuta nella Legge n. 205/2017- Commi da 353 a 361) avvenuta con il D.L. n. 87/2018, convertito in Legge n. 186 il 9 agosto 2018, ha fatto rinascere dubbi ed incertezze sul piano gestionale delle AS/SSD, in particolare, su quello relativo alla gestione dei rapporti di lavoro del settore sportivo dilettantistico, privo di una giurisprudenza dedicata. Rammentiamo che questo problema sarebbe stato risolto dalla legge abrogata.

ANIF, associazione di categoria apolitica, che da più di 20 anni cura le problematiche del settore, rapportandosi con gli organi governativi, ha riattivato tempestivamente i suoi contatti con le nuove Istituzioni, in particolare con il Ministero del Lavoro, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro e con l’Agenzia delle Entrate, per riprendere il filo del discorso conclusosi così bruscamente.

Rapporti ANIF – CSI

ANIF sta affrontando questo impegnativo percorso, supportato come sempre dal CSI, nostro ente di Promozione sportiva, con il quale ha siglato un interessante Protocollo d’intesa incentrato su: quotazioni del tesseramento particolarmente agevolate a favore dei propri soci, una collaborazione fattiva sul piano istituzionale (rapporti con le Istituzioni, formazione, organizzazione eventi, promozione sportiva), ma soprattutto sull’offerta di un pacchetto di servizi di grande spessore qualitativo.

In primis:

ASSICURAZIONE RC E ASSICURAZIONE INFORTUNI

Ti prego, pertanto, di dedicare particolare attenzione alla polizza RC: a fronte di una simbolica quota di affiliazione al CSI (90 Euro/anno) la Compagnia Unipol offre una copertura assicurativa di tale livello qualitativo che solo compagnie private, con polizze “ad hoc” ben più onerose (qualche migliaio di euro), possono proporre.

Scarica qui il pacchetto servizi ANIF – CSI

Riconoscimento tecnico didattico sportivo SNaQ del CONI

Altro servizio qualificante è rappresentato dall’equiparazione dei diplomi e dei tesserini tecnici dei Collaboratori sportivi al Riconoscimento tecnico didattico sportivo CSI – SNaQ del CONI entrato in vigore con la Delibera n. 308 della Giunta Nazionale del CONI del 18 luglio 2017.

Informo che tale Riconoscimento, rilasciato in base al suddetto accordo da ANIF, assume particolare importanza anche sul piano delle verifiche da parte degli Organi di Controllo. L’assenza dell’attestato potrebbe creare seri dubbi infatti sull’ interpretazione del rapporto di lavoro. Queste certificazioni rappresentano un’ ulteriore conferma sulla natura sportiva dilettantistica del titolo dell’istruttore, a conferma che, all’interno di un centro sportivo dilettantistico operano istruttori sportivi dilettantistici e non professionisti in partita IVA. Questa certificazione è consigliata per lavorare negli impianti sportivi dilettantistici italiani.

Scarica qui il modulo di richiesta equiparazione titoli curriculari allo SNaQ

Certificazione EREPS

Sempre in materia di certificazioni ti informo che la costituenda Commissione EREPS, composta da Europe Active, ANIF (referente), CSI, Wellness Foundation ed ELAV – rilascerà, attraverso la verifica dei titoli e dei diplomi dei richiedenti la relativa Certificazione tecnico-didattica-sportiva EREPS  (seguirà a breve nota informativa) riconosciuta da Europe Active, che consentirà ai tecnici abilitati di operare con un attestato di alta specializzazione professionale valido in tutta la Comunità Europea. Quest’altra certificazione oltre ad avere valore in tutta Europa è altamente qualificante, non solo a livello professionale, ma anche a livello aziendale.

Inoltre, sempre con il CSI, siamo coinvolti in un progetto volto alla crescita dello sport dilettantistico in tutte le fasce di età incentrato nello sport inteso come aggregazione sociale, benessere psicofisico del cittadino, salute.

Al di là, quindi, dei pur importanti aspetti economici, sono questi, a mio avviso, i valori che dovrebbero assumere un peso determinante nell’adesione ad ANIF e CSI.

Affiliazione ad ANIF

Ti prego, quindi, di valutare attentamente l’opportunità di sostenerci, non solo affiliandoti (o rinnovando l’adesione) ad ANIF, ma anche affiliandoti (o rinnovando l’adesione) al CSI, fatti salvi ovviamente gli eventuali storici rapporti con altri Enti, nei confronti dei quali non intendiamo esercitare pressione di alcun tipo.

La nostra campagna di affiliazione 2019 è pertanto incentrata nella nostra ferrea volontà a sostenere le nostre istanze e quelle del settore nel suo complesso, in particolare, sul piano del lavoro, su quello della formazione dei nostri collaboratori e su quello dei servizi a favore della nostra base associativa, contando in questa azione anche e soprattutto sul supporto del nostro partner CSI.

ANIF, per favorire al massimo la tua adesione, ha inteso mantenere la quota su un livello decisamente simbolico, invariato peraltro da molto tempo: €400.

Scarica il Modulo di affiliazione ad ANIF

Scarica il Modulo di affiliazione al CSI

In caso di affiliazione i moduli dovranno essere inviati, firmati e timbrati a segreteria@anifeurowellness.it unitamente alla copia dei bonifici . Per l’affiliazione ad ANIF la causale è “Affiliazione ANIF 2019”. Se vuoi usufruire del pacchetto servizi completo BeneFit affiliati anche al CSI e contattaci per tutte le info allo

 06 61.522.722 

segreteria@anifeurowellness.it

Resto, quindi, in attesa di un tuo cortese riscontro contando vivamente sul tuo atto di fiducia nei nostri confronti.

Ti ringrazio per l’attenzione che vorrai dedicare a questo importante argomento e colgo l’occasione per inviarti i miei più cordiali saluti.

Giampaolo Duregon