pranzo

Hai atteso tutta la mattina il tuo delizioso pranzo? E’ arrivata l’ora di pranzo, stai addentando il tuo pasto e sembra molto buono. Eppure, improvvisamente, subito dopo, ti senti stanco e assonnato. Da dove viene questa sensazione? In questo articolo ti sveliamo perchè ti senti stanco e come evitarlo in futuro.

Stanco e sazio? Cosa sta accadendo al tuo corpo.

Quando mangi qualcosa, il tuo corpo passa ad una modalità ad elevato dispendio energetico. Comincia con il processo digestivo: il sangue che affluisce allo stomaco e all’intestino aumenta e, quando questo accade, il tuo corpo riduce la quantità di ossigeno che sale al cervello. Tale ridotta fornitura di ossigeno si manifesta nella forma della fatica.

Quello che mangi influenza il modo in cui ti senti e quindi il tuo benessere: se mangi cibi con elevati livelli di zucchero e carboidrati semplici (pasta, pane bianco ecc), il tuo corpo rilascia più insulina. Questo picco d’ insulina provocherà inevitabilmente quell’incidente che ti farà sentire stanco, scarico di energia e incapace di concentrarti.

Dunque se si vuole essere più attivi e produttivi durante la giornata si dovrebbe provare a ridurre l’assunzione di zucchero.

6 consigli per evitare la fatica dopo pranzo

La colazione è la chiave: la colazione, al mattino, tiene a bada la tristezza e allontana i morsi della fame durante il giorno (cosa che peggiora la tua stanchezza). Inoltre, se mangi bene a colazione, ridurrai la quantità di cibo all’ora di pranzo. Questo eviterà anche di farti sentire stanco per tutto il tempo post-prandiale.

L’idratazione è importante: hai esagerato a pranzo? Probabilmente perchè sei semplicemente troppo affamato. Stai calmo: molte persone confondono la sensazione di fame con la sete. Assicurati di bere abbastanza. La seguente equazione può aiutarti a calcolare di quanta acqua hai bisogno al giorno: 30 ml x kg del perso corporeo = ml acqua al giorno.

L’esercizio fisico aiuta: una breve passeggiata all’aria aperta può fare miracoli dopo pranzo. L’ aria fresca e il movimento apporta al cervello un sacco di ossigeno. Se non puoi uscire, apri la finestra e fai un respiro profondo oppure puoi buttarti sull’esercizio fisico, l’altro alleato dell’energia: bastano 20 squat che saranno sufficienti ad erogare il giusto pompaggio di sangue.

Programma il tuo coffee break: se pensi di dover bere 5 tazze di caffè per svegliarti definitivamente ricorda questa massima tedesca, “molto non sempre porta il molto”. Un solo drink con caffeina è abbastanza perché stimola il rilascio di adrenalina ma più di uno potrebbe avere l’effetto opposto – poi potresti sentirti davvero stanco. Se stai cercando di aumentare la tua dose di energia non aspettare troppo dopo il pranzo per la tua tazza di caffè energizzante altrimenti potresti avere problemi a prender sonno.

Fai un pisolino dopo pranzo: ovviamente non è un lusso che possono permettersi tutti. Eppure molte aziende hanno oggi la loro camera del silenzio dove i lavoratori possono rimanere 10-20 minuti ed è questa la giusta durata del riposo pomeridiano per svegliarsi freschi. Se si dorme per molto più tempo potresti rischiare di sentirti molto più stanco di prima.

Mangia a pranzo! Solo perchè ti senti stanco dopo mangiato questo non significa che dovresti smettere di mangiare. Il consiglio è: mangiare piccole porzioni del cibo giusto…

…Ecco perchè ti indichiamo, di seguito, una lista di cibi con cui puoi stare tranquillo e sentirti leggero, in quanto non contengono il triptofano, un amino-acido che induce il sonno:

  • latte;
  • carne: maiale, pollo, bistecca;
  • pesce: tonno, salmone ecc;
  • formaggio: emmental, parmigiano, brie, camembert, edam;
  • cereali: l’avena, i prodotti con il farro ecc;
  • noccioline: nocciole, anacardi, noci.

(Traduzione da Runtastic https://www.runtastic.com/blog)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento