sport dilettantistico

Nasce un Coordinamento delle associazioni di categoria dei settori: sport dilettantistico, acqua, fitness

20 giugno 2016

Il 20 giugno u.s. si sono riunite a Bologna presso la sede della Confcommercio, le Associazioni di Categoria Nazionali che a vario titolo operano nel mondo dello sport dilettantistico, del fitness, dell’acqua. Hanno partecipato alla riunione anche alcuni rappresentanti della carta stampata del settore e del Credito.

Erano presenti: Andrea Biondi, Presidente Acquanetwork (ANWK); Gianfranco Mazzia, Direttore ANIF-Eurowellness; Antonio Fedon, Presidente Assopiscine; Luca Bettini, Presidente Assosport (AssoFitness); Consigliere SIMS, Società Italiana Management Sportivo; Michele Capurso, Consigliere Assopiscine; Francesco Confalonieri, membro Consiglio Direttivo EAA – European Aquatic Association; Lucia Della Valle, il Nuovo Club – “Il Campo; Enzo Ferrari Presidente Associazione Impianti Sportivi, Goran Fiorentini, Consigliere Agoracqua; Marco Fragomeno, Direzione Commerciale Banca Prossima, Consigliere SPIN, Sport Insieme (CONI, EPS, banche consorziate); Paolo Gecchelin, Vicepresidente ANWK; Manuela Lovo, Consigliere ANWK; Paolo Mele consigliere ANWK.

Le componenti di cui sopra si sono riunite per verificare l’opportunità di dar vita a un Coordinamento non vincolante statutariamente, agile sul piano operativo, non oneroso, orizzontale sul piano politico (ogni componente possiede peso = 1). Nel pieno rispetto delle autonomie individuali, l’organismo è stato ipotizzato per individuare alcuni punti di convergenza su problematiche di grande attualità e importanza su cui orientare la linea politica di tutti gli interessati. In questa prima seduta il Gruppo ha cominciato a valutare alcuni punti su cui riflettere e agire ai vari livelli di competenza istituzionale:

Legge Quadro sullo Sport Dilettantistico di ANIF;
– Nuove Norme in ambito costruzione di impianti, sicurezza, ammodernamento;
Ruolo sociale dello sport;
– Impiantistica sportiva pubblica e privata: dialogo con ANCI.

Le componenti sono convinte sulla necessità di contribuire per quanto di loro competenza a stimolare il processo di cambiamento culturale della società attraverso azioni e normative che favoriscano lo sviluppo, l’innovazione tecnologica, la promozione sportiva e quindi di impegnare le Istituzioni a sostenere l’azione degli organismi che agiscono per il bene collettivo attraverso il ruolo ricoperto nello sport inteso come benessere psicofisico del cittadino e occasione di incontro e aggregazione sociale.

L’incontro si conclude con l’intesa di creare, in una prossima riunione che si terrà nel mese di settembre, le linee guida, i gruppi di lavoro, le modalità operative, volti a muoversi di volta in volta verso gli obiettivi individuati a cominciare dalla Legge Quadro sullo Sport Dilettantistico e dalle nuove Norme in ambito costruzione di impianti sportivi, sicurezza, ammodernamento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento