Caro  collega,

come saprai nell’ambito di Rimini Wellness ANIF ha organizzato il 31 maggio il Convegno Nazionale

LO SPORT GUARDA AL FUTURO: PARLIAMO DI UNA NECESSARIA RIFORMA PER LO SPORT E PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI

L’appuntamento è quanto mai importante perché verranno ufficializzate le linee della nuova possibile Legge Quadro per lo Sport su cui ANIF in questi ultimi tempi è particolarmente impegnata.

Si tratta da un lato di sciogliere tutti i nodi ancora irrisolti sul piano interpretativo di alcune norme emanate dalla L.289 art.90 del 2002 in poi , dall’altro di ridisegnare un quadro legislativo aderente alle profonde modificazioni strutturali che hanno interessato nell’ultimo decennio il mondo delle imprese sportive e la domanda di sport.

Attraverso i miei contatti istituzionali ho potuto realizzare che i tempi sono maturi permettere mano alla riforma e quindi, anche in questa importantissima occasione ho inteso muovermi in anticipo, prima cioè che altre forze politiche e lobbystiche possano dar vita  a Disegni di Legge non in linea con le esigenze del settore che mi onoro di rappresentare e difendere.

In sostanza, ANIF ancora una volta intende giocare un ruolo determinante in un processo legislativo che potrebbe cambiare radicalmente il modo di fare impresa nel settore.

La nostra Associazione, come sai, può contare su una credibilità nei confronti delle Istituzioni, ma anche sul supporto determinante di alcuni prestigiosi partner che hanno inteso affiancarci in questa nuova esaltante avventura.

ANIF quindi è  convinta di portare a casa un altro storico risultato.

L’appuntamento di Rimini, ribadisco con forza, è dunque quanto mai importante. Ma è ancora più importante unirTi a noi affiliandoti (qualora non l’avessi ancora fatto) ad ANIF, al fine di partecipare attivamente con il tuo prezioso contributo di idee e/o suggerimenti alla costruzione di un nuovo modello di Società Sportiva Dilettantistica tagliato sulle nostre effettive esigenze,  per non essere costretti ad indossare in un futuro non lontano un “vestito” confezionato da altri.

Informiamo a tal proposito:

  1. Il Presidente del Consiglio – nel ricevere il 29 aprile a Palazzo Chigi i neo campioni d’Europa di Calcio a 5 con più alte cariche  della FIGC e del CONI, tra le quali il Presidente della Lega Dilettanti, Carlo Tavecchio; il Presidente FIGC Giancarlo Abete; il Presidente del CONI , Giovanni Malagò a margine del protocollo ufficiale ha lanciato un appello alle istituzioni sportive di cominciare a pensare alla ormai superata legge n.289/2002, non più aderente, a suo dire, alle nuove esigenze del mondo sportivo dilettantistico.
  2. Il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, in occasione della cerimonia del 13 maggio 2014 promossa al Foro Italico di Roma per la presentazione del nuovo marchio del CONI, ha detto tra l’altro: “per il CONI si preannuncia una fase intensa in vista di una possibile Legge Quadro per lo sport che superi la logica di interventi una tantum”.
  3. La VII Commissione della camera presieduta da Giancarlo Galan, nella seduta del 14  maggio 2014 ha iniziato l’esame del provvedimento “Disposizioni per il riconoscimento della funzione sociale dello sport nonché delega al governo per la redazione di un testo unico delle disposizioni in materia di attività sportiva.

Questi tre segnali sono, a mio avviso, più che sufficienti per far partire la nostra azione nella direzione emersa in queste importanti occasioni con tutte le energie che abbiamo sempre messo in campo nella realizzazione degli obiettivi prefissati.

Ti rinnovo pertanto il mio personale invito ad unirti a noi in questa nuova impresa, sicuramente non facile, ma non impossibile con il supporto di una base associativa ampia coesa e determinata.

Non limitarti a guardare quel che succede! Gioca da protagonista questa storica partita!

Ti aspetto quindi a Rimini per fare il punto della situazione.

Grato per l’attenzione ti invio i miei più cordiali saluti.

Giampaolo Duregon
Presidente ANIF – EuroWellness