International_fitness_IHRSA
Print Friendly, PDF & Email

Case history di successo a livello internazionale. Ecco come i club stanno cogliendo l’opportunità, dietro le difficoltà, per mettere in piedi nuove strategie e generare iscritti e flussi di cassa.

IHRSA ha intervistato numerosi club di tutto il mondo ed ha selezionato delle best prectices. Vogliamo anche noi condividerne alcune con tutti gli operatori italiani.

Abbiamo più volte analizzato e condiviso le azioni portate avanti durante la fase di lockdown, sia dai club italiani che esteri, oggi abbiamo invece chiesto ai club quali nuove strategie di vendita hanno pianificato per la riapertura, in un periodo dell’anno già delicato ed incerto.

Ecco qualche idea di successo che sta portando un incremento ai club…

 

Focus sulla Community

Companhia Athletica, una catena di club di alto profilo in Brasile, durante il periodo di chiusura, ha offerto workout live, programmi online per anziani e schede di allenamento funzionale.

Questi programmi erano gratuiti e quindi fruibili da un’ampia comunità di utenti, che ha generato un nuovo gruppo di potenziali clienti e contatti (i cosiddetti prospect e lead). A questo nuovo gruppo è stato offerto un pass giornaliero e tutte le nuove procedure di sicurezza applicate del club stesso.

Tutte le ricerche dimostrano che tornare in un club o iniziare ad allenarsi in una palestra sarà una decisione basata principalmente sulla fiducia, quindi la nostra comunicazione rafforzerà la fornitura di tutte le possibili procedure di igiene e prevenzione in modo che gli utenti si sentano molto sicuri e benvenuti”, afferma Monica Marques, direttrice di Companhia Athletica e membro del consiglio di amministrazione di IHRSA.

 

Al momento della riapertura, i club del Gruppo Bodytech in Colombia, Perù e Cile si sono concentrati sui loro iscritti attivi e su quelli che appartengono a target specifici come ad esempio gli anziani e quelli con problemi di salute, individuati come i target più desiderosi di tornare ad allenarsi in sede. In quest’ottica hanno organizzato degli open day specifici per i singoli target in cui cercano di convertire questi lead in iscritti.

“… Stiamo portando avanti una campagna di sensibilizzazione sui benefici dell’esercizio fisico per il sistema immunitario delle persone. In questo periodo la frase mente sana in corpo sano ha decisamente un peso più forte per tutti”, afferma Gigliola Aycardi, Vicepresidente esecutivo e co-fondatore. “Le persone hanno sempre saputo che l’esercizio fisico è una buona regola di vita, ma ora sono più sensibili a questo messaggio e vedono che la pratica dell’attività motoria insieme ad un bilanciato piano alimentare può renderli più forti contro virus, batteri e molte patologie. Non significa che hanno l’immunità a tutto, ma che sono più strutturati e forti.”

 

Focus sulla tecnologia

Megatlon, con le sue 52 strutture in Argentina, riapriranno con un focus particolare sulle innovazioni tecnologiche, tra cui uno shop online con un archivio di allenamenti da svolgere da remoto (volendo anche in casa) diviso per 4 grandi aree tematiche e l’utente può scegliere tra oltre 500 classi virtuali. Una piattaforma ben strutturata che posizioneranno Megatlon nel futuro del fitness.

megatlon_fitness

Anche Brent Gallagher, proprietario di Avenu Fitness & Lifestyle a Houston, in Texas, si affida alla tecnologia per coinvolgere gli iscritti. Il contatto viene mantenuto attivo con la regolare pubblicazione di video su tutto quello che succede al club. Stanno tracciando sia i feedback ricevuti che ogni forma di suggerimento pervenuta dagli iscritti. Così facendo gli utenti si sentono coinvolti nella vita reale del club e sviluppano una sensazione di comfort e sicurezza nel tornare ad allenarsi ad Avenu. Inoltre ha attivato una campagna promo geolocalizzata e chiunque si trovi in zone limitrofe viene invitato a prendere un appuntamento e fare un tour per rendersi conto in prima persona dei sistemi di sicurezza adottati a tutela degli utenti.

Tuttavia, Avenu Fitness sta mantenendo attivo contemporaneamente allenamento virtuale e di persona. La combinazione di queste sessioni ha permesso a coloro che ancora non si sentono a proprio agio nel tornare al club, di allenarsi da casa ma continuare a socializzare con i soliti amici che magari invece sono tornati ad allenarsi ad Avenu.

 

Focus sui referrals

Pure International Group in Cina ha introdotto un programma di referral a breve termine in cui per ogni contatto convertito, viene riconosciuto al socio un mese di iscrizione in coda al suo abbonamento. Durante la fase di riapertura, i club Pure si sono concentrati sul miglioramento dell’esperienza vissuta nei loro club dai frequentatori, offrendo gratuitamente cibi e bevande salutari, applicando promozioni sull’abbigliamento in vendita negli Store Pure. Hanno integrato le lezioni in studio con lezioni Zoom programmate e accessibili solo per gli iscritti in modo da offrire a tutti la duplice alternativa di workout e dare maggiore flessibilità agli utenti.

pure_fitness_china

Razor Sharp Fitness, con due sedi nel Wisconsin, hanno voluto concentrare la loro attenzione nel far percepire agli utenti la loro attenzione e cura, invece di rielaborare le politiche commerciali. Hanno individuato alcuni soci delle sedi che erano state chiuse e li hanno contattati, ascoltati e consigliati sulla migliore forma di allenamento ad hoc. Questa forma di consulenza, sebbene non abbiano offerto sconti o promozioni, è stata sufficiente per generare 60 nuovi iscritti nelle prime due settimane e stanno continuando a fare telefonate e prenotare tour.

 

Esistono diversi modi in cui i club stanno rivedendo le loro politiche gestionali e commerciali, qui ve ne abbiamo riportate alcune ma dobbiamo aspettare le prossime settimane, o addirittura mesi, per capire effettivamente come si normalizzerà questa nuova stagione sportiva!

Fonte: https://www.ihrsa.org/
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento