Print Friendly, PDF & Email
Ebook_EuropeActive

Herman Rutgers, per conto di EuropeActive, ha recentemente scritto e-book focalizzati sulla crisi da Covid-19 e questa è la sua terza pubblicazione.

Le sue analisi prendono spunto da diverse fonti autorevoli quali: articoli e report pubblicati da Deloitte, McKinsey, The Economist, FittInsider e varie interviste con i principali CEO internazionali del settore fitness.

Sebbene la maggior parte dei Paesi europei sia ancora in uno stato di immobilismo, alcuni stanno iniziando a discutere pubblicamente su come riavviare le loro economie.

L’Austria ha annunciato che, a partire da metà aprile, alcuni negozi potranno tornare operativi.
La Repubblica Ceca sta facendo qualcosa di simile e sta autorizzando anche alcune attività sportive.
Danimarca e Norvegia apriranno alcune scuole alla fine di aprile.
Per la maggior parte dei Paesi, tuttavia, un efficace allentamento delle restrizioni non ci sarà prima di qualche settimana o forse mese.
Le eccezioni sono Svezia e Finlandia, dove scuole e centri benessere sono aperti e non sono mai stati completamente chiusi.

ANIF ha già tradotto le due precedenti pubblicazioni, qui di seguito troverete il .pdf del terzo e-book, sempre tradotto in italiano

Questi i capitoli:

  • Uno sguardo alle strategie di lockdown e di riapertura adottate in Asia ;
  • Iniziative europee per richiedere al governo la riapertura delle strutture sportive;
  • Riepilogo dei punti chiave da considerare per il settore del fitness “Post Covid-19”
    A: Ambiente di lavoro
    B: Operatori del fitness
    C: Il pubblico dei fitness club
    D: Fornitori del settore
  • Commenti finali.

Uscire dalle misure di lockdown sarà più complicato di quanto lo sia stato per applicarle.

Bisognerà mantenere alta la guardia per contenere il rischio di ricadute, bisognerà migliorare le procedure d’intervento nei casi di pazienti critici. Proteggere la salute e la vita delle persone dipende dalla capacità di ridurre al minimo il rischio d’infezione.

Data la complessità della questione, le autorità europee devono sviluppare piani economici dettagliati per la riapertura e garantire appropriati mezzi di sussistenza alle persone ancora prima che inizino ad allentare le attuali restrizioni.

Nessuno sa esattamente quando potremo riaprire e in quali condizioni. Tuttavia la previsione di riapertura è sicuramente non prima di maggio/giugno, secondo uno studio pubblicato il 31/3 da Deutsche Bank

Le precedenti pubblicazioni le potete ancora scaricare qui:

Strategie a breve termine e alcune riflessioni per ricominciare più forti di prima!

Riflessioni sulla crisi da Covid-19 e ripercussioni nel mondo della salute e del fitness