diabete sport

Da oggi inauguriamo la rubrica #HealthyFriday: parleremo di consigli medicali legati al mondo della salute e dello sport come prevenzione e terapia perchè la salute si conquista “passo dopo passo”. 

Spesso le patologie legate al metabolismo, come diabete e obesità, comportano tutta una serie di rinunce alimentari, diete a volte fallimentari che ottengono più sacrifici che risultati. La giusta chiave comportamentale rientra sempre nell’adozione di uno stile di vita corretto che è consigliabile anche per le persone sane per la valenza di prevenzione.

Oggi abbiamo chiesto alla dottoressa Federica Mastronardo, esperta nutrizionista, alcuni consigli per chi è diabetico o obeso, sul corretto stile di vita da seguire. Ecco il suo vademecum.

“Le più importanti patologie metaboliche legate all’obesità sono in parte ereditarie: tuttavia è sempre più sicuro che la scelta dello stile di vita può ritardare o prevenirne il tempo di comparsa e, in alcuni casi, scongiurarlo definitivamente. I diabetici e gli obesi sono stati vessati per anni dalle proibizioni alimentari più bislacche e controproducenti. Obesità e diabete non si controllano con la mania dei dettagli alimentari, nè con la sola farmacologia ma con una nutrizione consapevole, affiancata da tanto movimento fisico.

Uno stile di vita sano comprende attività fisica costante e alimentazione sana e adeguata. L’effetto preventivo di una sana alimentazione è evidente sulle persone sane, tuttavia importante è anche sottolineare che la stessa regola vale per diabetici e obesi.

Per loro nessuna dieta irrealizzabile nè rassegnazione!

Il diabetico e l’obeso posso fare sport a qualsiasi livello adottando strategie alimentari non privative e nel rispetto di eventuali effetti delle terapie farmacologiche. La finalità prioritaria in questi casi è il dimagrimento, non solo tramite la riduzione della quota dei carboidrati complessi della dieta (pane, pasta, dolci) ma anche adottando degli espedienti nutrizionali vincenti per controllare il picco glicemico. D’altronde è la stessa strategia dimagrante delle persone sane  e degli sportivi di livello, che previene gli inconvenienti tipici di diete privative o ipocaloriche. ”

Federica, dei consigli pratici per un diabetico o per un obeso per non affrontare la dieta in modo positivo e motivante.

  1. Primo consiglio utile è, ad esempio, quello di iniziare ogni pasto con una buona porzione di verdure crude prima di ingerire i carboidrati previsti, così da rallentarne l’assimilazione.
  2. Altro metodo vincente per mantenere la glicemia costante durante tutto il giorno è associare, in ogni spuntino, una fonte di zuccheri ad una proteica (un piccolo panino integrale con affettato magro può fare meno danni di qualsiasi altro snack industriale), metodo vincente anche per aumentare gradualmente la massa magra nel processo dimagrante e, di conseguenza, la capacità metabolica.
  3. Non basta mangiare meno e bene ma occorre anche spendere di più nel movimento fisico, altro componente fondamentale nel controllo glicemico. L’attività fisica è ipoglicemizzante, ne va tenuto conto sempre prima di un allenamento in soggetti obesi per non andare incontro a eccessivo affaticamento cardiovascolare, ancor di più se sono diabetici e assumono farmaci con la funzione di abbassare proprio i livelli di zucchero nel sangue.

Grazie dottoressa Fede!

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento