centri sportivi e coronavirus
Print Friendly, PDF & Email

Il contenimento del virus resta la priorità

Il DPCM, emanato il 4 marzo ha rafforzato le misure di contenimento del virus COVID – 19, sul resto del territorio nazionale ma, per il momento, è fatta salva la facoltà per i centri sportivi di restare aperti, nel limite del rispetto delle raccomandazioni igienico sanitarie.

Per la zona rossa (i comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini; in Veneto il comune di Vò ) e gialla (Emilia Romagna, la Lombardia, il Veneto, le province di Pesaro e Urbino, Savona) restano attive le stesse misure del decreto precedente del 1 marzo.

Ecco alcune tra le più rilevanti misure del DPCM del 4 marzo in merito al contenimento del virus

Misure contenimento virus e centri sportivi

  1. Fiere e convegni Sospensione di ogni attività convegnistica o congressuale
  2. Eventi Sospese manifestazioni, spettacoli, eventi di qualsiasi natura inclusi quelli cinematografici e teatrali.
  3. Competizioni sportive Gli eventi e le competizioni sportive sono sospese mentre si possono disputare le stesse negli impianti sportivi a porte chiuse o all’aperto in assenza di pubblico, come anche gli allenamenti, ma solo al di fuori della zona rossa.
  4. Precauzioni sportive Durante tali eventi e competizioni le associazioni e società sportive devono effettuare i controlli per contenere la diffusione del COVID – 19 tra gli atleti, i tecnici e i dirigenti, attraverso il personale medico.
  5. Zona rossa e gialla Nella zona rossa e gialla dunque restano valide le indicazione del precedente decreto del 1 marzo all’art. 1 e 2. (allegati 1, 2 e 3). Nella zona gialla le scuole restano chiuse mentre le competizioni sportive sono possibili solo a porte chiuse. Bar e ristoranti potranno espletare i servizi a condizione di servire solo clienti con il posto a sedere e gli avventori dovranno restare a un metro di distanza.
  6. Centri sportivi Le palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo restano aperti ma devono essere in grado di rispettare le raccomandazioni di cui all’allegato 1 lettera D., mantenere cioè nei contatti sociali una distanza interpersonale di almeno 1 metro.
  7. Formazione Sospese tutte le attività didattiche, dalle scuole fino all’Università e ai master, tranne i corsi post -universitari connessi all’esercizio di professioni sanitarie.
  8. Gite. Sospesi i viaggi d’istruzione, gite scolastiche, gemellaggi ecc
  9. Assistenza anziani L’accesso di parenti e visitatori alle strutture per gli anziani è consentita solo nei casi indicati dalla direzione della struttura.

Per approfondire tutte le misure scarica il Decreto

Misure di prevenzione e informazione

  1. Sanità il personale sanitario si attiene alle misure di prevenzione per la diffusione del virus dell’OMS
  2. Anziani e patologici Si consiglia alle persone anziane o affette da patologie cronche o immunodperesse di non uscire di casa se non per stretta necessità e di evitare i luoghi affollati.
  3. Prevenzione I sindaci e le associazioni di categoria promuovono le informazioni sulle misure igienico sanitarie

Scarica l’Allegato 1 sulle misure igienico – sanitarie

Scarica il vademecum dell’Ansa sulle misure anti – virus

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento