legge sport forum club

 

Comunicato: aggiornamenti sull’iter della nuova “legge sullo sport dilettantistico” e commento di alcune sentenze relative all’attuale legge sullo sport dilettantistico

Il Forum Club, l’annuale grande evento fieristico del fitness, organizzato nel mese di febbraio a Bologna Fiera, con crescente successo di operatori e di contenuti culturali dalla casa editrice “Il Campo”, ha ospitato il 17 febbraio un importante convegno di ANIF – Eurowellness sulla situazione della “legge sullo sport dilettantistico” promossa dall’Associazione.

Ha aperto i lavori il Presidente di ANIF, Giampaolo Duregon.

Nel suo appassionato intervento ha ribadito con forza i principi che gli hanno consentito di sostenere con determinazione la normativa nel suo lungo e tortuoso iter parlamentare: fare chiarezza, da un lato, in un complesso di leggi, leggine, circolari e risoluzioni ministeriali farraginose, talora contraddittorie, aperte alle sempre più imprevedibili e fantasiose interpretazioni da parte degli Organi di controllo, dall’altro offrire al mondo delle imprese uno strumento, la Società Sportiva Dilettantistica Ordinaria, in grado di favorire lo sviluppo del settore sul piano economico e su quello occupazionale.

Il percorso è iniziato oltre due anni fa, rende noto il Presidente e, con il duro impegno profuso da ANIF in questo periodo in tutti i tavoli delle Istituzioni di riferimento (CONI, Governo, Agenzia delle Entrate, Ministero del Lavoro, INPS, Confindustria), la Proposta di legge è stata depositata presso la VII Commissione della Camera in data 28 giugno 2016 grazie all’impegno dell’On. Daniela Sbrollini che, condividendo le istanze del settore, è scesa in campo con la massima determinazione consentendo il raggiungimento di questo importante risultato.

Nel frattempo, prosegue Duregon, altri organismi hanno via via guardato con sempre maggiore attenzione l’azione di ANIF. Abbiamo ricevuto migliaia e migliaia di firme di consenso e supporto alla legge inviate all’On. Sbrollini per raggiungere il Governo, a testimonianza che tutto il vasto mondo che ruota intorno allo sport dilettantistico si è mobilitato per sollecitare l’emanazione di questa importante legge.

L’On. Sbrollini, intervenuta al termine dell’ampia discussione che ha animato i lavori del Convegno per trarne le conclusioni ha ribadito con forza che “la legge è indispensabile per la gestione degli impianti sportivi”. Come è noto, la normativa è incardinata in Commissione, resta da percorrere pertanto solo l’ultimo miglio per la sua emanazione. Purtroppo, prosegue la Sbrollini con molta onestà, la delicata situazione che il Paese sta attraversando politicamente non consente di percorrere questo ultimo tratto su un terreno sgombro di ostacoli.

Non per questo, assicura l’Onorevole, allenterà la presa: “non mollerò di un centimetro” afferma con convinzione, consentendo così a Duregon e ai circa 200 gestori/titolari di impianti sportivi presenti di concludere i lavori con rinnovato ottimismo. Il Presidente Duregon e l’On. Daniela Sbrollini hanno catalizzato ovviamente l’attenzione del folto pubblico presente ma di grande interesse culturale si sono rivelate anche le relazioni svolte nell’occasione da professionisti di alto spessore:

Alberto Succi, Esperto di Diritto Sportivo e Societario, il quale commentando alcune recenti sentenze sul lavoro ha testimoniato le carenze di un quadro normativo piene di incertezze e contraddizioni che la nuova legge potrebbe eliminare;

Michele Marchetti, Direttore Generale del CSI, il più importante Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI, ha sottolineato, da un lato, l’importanza sul piano dello sviluppo associativo del protocollo d’intesa che lega l’Ente ad ANIF, dall’altro il pieno sostegno del mondo sportivo affiliato al CSI alla proposta di legge;

Marco Tornatore, Vice Presidente Acquanetwork, uno dei più grandi sostenitori dell’azione di Duregon e della Sbrollini, ha confermato la condivisione del progetto, non solo da parte di Acquanetwork, associazione composta da organismi che a vario titolo operano nel mondo imprenditoriale del “settore acqua”, ma anche della neonata UNASS, Unione Nazionale Associazioni Settori Sport, organismo costituito per radunare intorno ad un tavolo sia il mondo associativo sportivo che quello delle imprese del settore, per fare massa critica sui grandi temi che interessano il mondo dello sport in generale (ad esempio legge sullo sport);

Flavio Marelli, Presidente ANTHEA S.p.A., broker di assicurazioni, rende note le opportunità che un broker di assicurazioni specializzato nel settore può offrire al mondo dei centri sportivi attraverso prodotti modulati sulle effettive esigenze dei singoli centri;

Ralph Scholz, Direttore dell’evento FIBO Exhibition, la più importante fiera del fitness europeo che si terrà a Colonia nei giorni 6-9 aprile 2017, ha reso noti importanti dati emersi da un’indagine condotta dal FIBO sulle tendenze della pratica sportiva in Europa che rivelano un mondo in continua evoluzione attento alle dinamiche di un’offerta di fitness che stenta a stare al passo con i tempi.

La parte prima dell’intervista all’On. Daniela Sbrollini

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento